Software didattico musicale

PREAMBOLO

Ho iniziato da subito, appena deciso di aprire una scuola di musica, a cercare nuovi metodi che – mi dicevo – non potevano non esistere. Di là da venire il software didattico musicale, ero fissa nel negozio di Dal Maso a Cagliari, perché era l’unico in zona ad essere ben rifornito; ed ogni volta che su una copertina – ben incellofanata – leggevo “nuovo metodo” mi fidavo e compravo. Naturalmente non sapevo ancora che ne avrei inventato uno io: “Limus” è nato, anche se un po’ alla volta, a metà anni ’80. Però credo, anzi sono certa, che tutti quei “nuovi metodi” che una volta aperti si rivelavano i “soliti metodi” anche se detti con parole diverse, a qualcosa sono serviti: uno spunto (volevo dire “spuntino” ma non vorrei essere fraintesa) qua, uno là, facevano suonare dei campanellini nel mio cervello irrequieto, indubbiamente.

SUONO SUBITO – LIMUS

Il “Suono subito” è arrivato contemporaneamente, o poco dopo “Limus”… apro una parentesi: avrete capito tutti che “Limus è l’acronimo di “linguaggio musicale”, ma è anche il nome che avevo dato alla cartella in cui, con l’avvento del computer, mettevo tutto quello che riguardava quel lavoro. Con l’avvento del computer, sì. Perché prima era tutto su taccuini sparsi (minuscolo quello che feci vedere a un entusiasta direttore della Ricordi) o su quadernoni a quadretti. Che lavoro… Quando ci penso, mi darei una medaglia! Per la cocciutaggine, ovvio. Ma ho detto che aprivo una parentesi, non che scrivevo un libro. Quindi torniamo a bomba.

(continua a pag. 2)

Articolo letto (53) volte

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>