Carillon – La favola musicale per bambini

Carillon - La favola musicale per bambiniStamani mi facevano notare che finora non ci aveva pensato nessuno. A far cosa? A digitalizzare delle geniali opere didattiche, che altrimenti sarebbero andate perdute.
Già – e me lo chiedevo anche io – possibile? Certo, che avendolo fatto, ora mi trovo fra le mani un tesoro che è opera prima di tutto del Maestro Franco Bignotto e poi orgogliosamente mia. Parlo del “Suono subito” e del “Carillon”.
Tanto per capirci, quando stavo digitalizzando proprio il “Carillon” – e mi ci sono voluti 3 anni! – è venuta a trovarmi una neo-diplomata in pianoforte, figlia di un’amica: è rimasta senza parole, a bocca aperta, guardando ora me ora lo schermo, finché ha esclamato “Davide e Lucia! Non ci posso credere! Me lo ha preso mia madre quando ero piccola, è per questo che mi sono appassionata alla musica!”.
Credo di non aver niente da aggiungere, se non che pressappoco la stessa frase me l’hanno detta altri…
Davide e Lucia sono i protagonisti di una favola in 30 puntate, uscita negli anni ’80 in edicola (peccato mortale…), destinata ai bambini dai 4 ai 6 anni, la più efficace opera di propedeutica musicale che abbia mai visto nella mia lunga carriera di insegnante di musica e ricercatrice didattica.
In questa favola i due bambini sono alla ricerca del loro gattino Nobody, che si è allontanato da casa il giorno prima, e si perdono nel bosco; in loro soccorso arriva uno strano personaggio che li accompagna alla scoperta del mondo dei suoni. Alla fine di ogni storia un simpatico motivo, sia in versione completa che con la sola base, che consolida le conoscenze acquisite. Concetti espressi non con termini “infantileschi” (i bambini sono piccoli, non deficienti), che introducono man mano le caratteristiche del linguaggio musicale.
Come si usa?
Ho acquisito le immagini degli album (che ho dovuto ripulire dagli scarabocchi dei miei figli) e unendole al file digitalizzato in mp3 ho creato dei filmini, che il bambino seguirà sfogliando l’album relativo, che avremo provveduto a stampare, girando pagina al segnale di volta in volta prestabilito, eseguendo le attività richieste alla fine del racconto e divertendosi anche a colorare le pagine dedicate al disegno. Meglio se i bambini sono più di uno, ma massimo 4; questo se si ha l’occasione di farli seguire da un’insegnante. Altrimenti va bene lo stesso se il bambino è affiancato da un adulto di famiglia.
Potete trovare qui tutte le indicazioni e scaricare anche le prime due puntate gratuitamente.

Daniela Santerini

Articolo letto (13) volte

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>